FANDOM


Io sono Chara

Chara è il primo umano ad essere caduto nel sottosuolo dopo la guerra tra umani e mostri, sorellastra di Asriel e figlia adottiva di Asgore e Toriel.

Aspetto e personalità Modifica

Chara si presenta come una bambina della stessa età di Frisk con i capelli marroni e le guance rosa. Nella sua unica apparizione indossa una maglia a strisce verdi e gialle e dei pantaloni marroni.

Si presenta da subito come un personaggio inquietante che ringrazia il giocatore per averla risvegliato dalla morte, dimostrandosi indifferente ai mezzi utilizzati. Si mostra inoltre delusa e arrabbiata quando il giocatore deciderà di non distruggere il mondo una volta terminata una run genocida.

Tuttavia si suppone che in passato sia stata anche timida, nel finale della pacifist si vede infatti lei che si copre il volto nella foto in cui appare con la nuova famiglia. Inoltre, a detta di Asriel, è anche stata per un periodo una persona premurosa, seppur solo se nei confronti del fratellastro.

Storia Modifica

Chara è l'umano che cadde nel sottosuolo molto tempo prima degli eventi del gioco. Dopo la caduta, lei iniziò a chiamare aiuto richiamando così l'attenzione di Asriel, che l'aiutò e la portò a palazzo. Dopo poco, lei divenne a tutti gli effetti la figlia adottiva di Toriel ed Asgore. Tempo dopo tuttavia, si ammalò gravemente ( si suppone di proposito, in modo tale da morire permettendo così ad Asriel di assorbire la sua ANIMA umana e di oltrepassare la barriera per cercare una soluzione per liberare i mostri) e morì. Asriel successivamente portò il suo corpo al di fuori della barriera e lo depositò su di un letto di fiori dorati.

Run Neutrale Modifica

Su di lei verrà detto poco o niente, verrà solamente citata dal "flasback" che avviene dopo essere stati attaccati da Undyne alle cascate e dai mostri alla New Home durante il racconto della storia di Asriel.

Run Pacifista Modifica

I filmati nascosti nel Vero Laboratorio hanno come protagonisti Asgore, Toriel, Asriel e Chara (Quest'ultima però non parla, cosa che mette in risalto il suo carattere timido e introverso). Dopo aver sconfitto Asriel, lui citerà nuovamente Chara. Si può udire per l'ultima volta il suo nome parlando nuovamente con Asriel alle Rovine prima di uscire dal sottosuolo.

Se si gioca in Souless Pacifist, i due finali comprenderanno lei al posto di Frisk:

  • Se si deciderà di andare per la nostra strada, alla fine apparirà una foto con Chara al centro e i sei mostri principali attorno con una "X" rossa sulla testa.
  • Se si deciderà di rimanere con Toriel, dopo che questa ci avrà portato la torta ai piedi del letto, Frisk si risveglierà nel cuore della notte con gli occhi rossi di Chara.

Run Genocida Modifica

Dopo aver eliminato Toriel, Flowey dirà di percepire la presenza di Chara all'interno del giocatore. Prima della battaglia contro Sans, il fiore ci parlerà del suo piano di eliminare tutti chiamandoci "Chara". La sua unica vera e propria apparizione però avviene solo dopo aver ucciso Flowey: lei ci ringrazierà per averla risvegliata dalla tomba e dopo di ciò ci offrirà di distruggere il mondo. Se si accetterà o si rifiuterà la sua richiesta, il risultato sarà il medesimo: lei combinerà il suo potere con quello del giocatore per poi distruggere il mondo.

Se la Run Genocida è la prima che il giocatore conclude, riaprendo il gioco bisognerà aspettare una decina di minuti in un luogo "buio e ventoso" prima che lei ritorni a parlare con noi. Ci chiederà poi di barattare la nostra anima con la possibiltà di ricreare il mondo e, finchè lo scambio non verrà eseguito, il gioco rimarrà bloccato in questa sezione.

Curiosità Modifica

  • Il nome che il giocatore assegna al suo personaggio viene in realtà assegnato al personaggio di Chara.
  • Se si deciderà di uccidere Flowey alla fine della Run Neutrale, questi prima di morire ci dirà che "sa chi è in noi" (si presuppone sia un riferimento a Chara).
  • Dalla seconda Run Genocida in poi, quando la rincontreremo lei ci dirà che siamo affetti da una "sentimentalità perversa" dovuta alle nostre azioni.